La necessità di ridurre l’inquinamento è una priorità per l’uomo del ventunesimo secolo. Ne sono convinti i dirigenti della AT&Service, che hanno promosso per venerdì 18 febbraio all’Holiday Inn di Napoli un convegno di respiro nazionale sul tema della biodegradabilità quale soluzione ecocompatibile per il pianeta.

Il 2011 infatti grazie anche all’introduzione di nuove normative nazionali rappresenta per gli addetti ai lavori l’anno del cambiamento e delle opportunità, del rilancio economico nel segno della eco sostenibilità. Per questo, introdotti dal giornalista ed esperto di marketing Dante Ruscello, a partire dalle nove del mattino discuteranno delle nuove frontiere delle rivoluzioni scientifiche e delle loro applicazioni numerosi nomi noti del settore a partire dal professore Cosimo Carfagna, direttore dell’istituto di chimica e tecnologia dei polimeri del CNR e professore ordinario di fondamenti di chimica delle tecnologie all’università “Federico II”, che sarà preceduto nel suo intervento da quelli del manager della AT&Service Vincenzo Chianese e dell’assessore comunale all’ambiente Rino Nasti. A seguire, sarà quindi la volta di esponenti di Legambiente Campania, che contribuiranno a commentare lo stato dell’arte nella regione con i dati a loro disposizione, nonché del punto di vista legale dell’avvocato Giuseppe Rocco che passerà a sua vota in rassegna le problematiche interpretative ed applicative con riguardo alla normativa vigente in materia di imballaggi e rifiuti di imballaggi, la normativa comunitaria e nazionale, la valenza giuridica delle norme tecniche UNI EN ed i profili giursprudenziali comunitari e nazionali. In chiusura, il life & business coach di RAM consultino Pasquale Tardino parlerà delle nuove linee dell’ecologia della mente: il punto di partenza, cioè, è quello di arrivo.